Ultima modifica: 3 marzo 2018
II. SS. 'Galileo Galilei' > News e avvisi > Alternanza e Open Data al Comune di Canicattì

Alternanza e Open Data al Comune di Canicattì

Ha avuto luogo stamattina, 27 febbraio, la conferenza stampa di presentazione dei progetti di “Alternanza Scuola Lavoro” che gli alunni dell’II.SS. Galileo Galilei di Canicattì stanno attuando all’interno di alcune Direzioni del Comune.
Diverse le testate giornaliste intervenute, da Videoregione Sicilia, canale 16 del digitale terrestre, a La Sicilia, Il Giornale di Sicilia, Tv Europa e TRCanicattì.
Hanno partecipato, per l’Amministrazione Comunale, il Sindaco Ettore Di Ventura, gli Assessori Rosa Maria Corbo, delega all’Agenda Digitale, e Katia Farrauto, Cultura e Pubblica Istruzione, il Dirigente alla V Direzione Domenico Ferrante, il Responsabile dei Servizi Informatici, Luigi Di Rocco, l’Istruttore Informatico Sara Liguori, il consulente tecnico esterno incaricato del Comune, Lorenzo Costanzino.
In rappresentanza dell’Istituto G.Galilei, delegati dal Dirigente Scolastico prof. Vincenzo Fontana, il prof. Emanuele Martire, responsabile dell’intero progetto “Alternanza Scuola Lavoro” e la prof.ssa Serena Di Maida, referente dei progetti “Open Data” e di quello che riguarda le pratiche SUAP.
Ad aprire i lavori il Sindaco Di Ventura che, dopo i saluti di rito, ha presentato gli ospiti e, per grandi linee, le finalità dei progetti in corso.
A seguire l’intervento dell’assessore Corbo che ha elogiato l’attività progettuale e ha sottolineato la piena disponibilità dei responsabili dei servizi interessati.
I Referenti dei Progetti di Alternanza Scuola Lavoro, prof. Martire e prof.ssa Di Maida, hanno presentato tutte le attività che sono in corso all’interno del Comune.

Un primo intervento, operato all’interno dell’UTC, riguarda l’accatastamento di due scuole; nello specifico, la classe 3° A CAT, seguita dal referente prof. Carmelo Carletto, sta lavorando sulle pratiche della Scuola per l’Infanzia di c.da Reda – 1° Circolo Didattico, mentre la 3° B CAT, con referente il prof. Nunzio Carlino, sta definendo le pratiche di accatastamento della Scuola Media Pirandello di v.Trieste.
Sempre per l’UTC, gli allievi della 5° A CAT, con referente il prof. Carmelo Ruggeri, stanno lavorando ad un progetto di riqualificazione di una zona di Borgalino, giunto già al 3° anno.
Un altro interessante progetto è in atto in vari uffici comunali e vede impegnati gli studenti della 5° C seguiti dalla Prof.ssa Concetta Cardillo, il cui tutor è il prof. Giovanni Tesè e referente interno il rag. Antonio Pontillo.

L’attività è stata ideata allo scopo di far conoscere il funzionamento della macchina amministrativa dell’Ente, con concrete applicazioni di elementi di diritto amministrativo ed economia aziendale.
Altro settore nevralgico in cui gli studenti della 4° C SIA (Sistemi Informativi Aziendali) del Galilei stanno operando è il SUAP. Il responsabile del progetto è la prof.ssa Serena Di Maida, tutor il prof. Giovanni Tesè, referente interno il dipendente Pasquale Di Falco Mustazzella.
Gli studenti sono impegnati nella creazione di una piattaforma web che raccoglierà una banca dati delle imprese e delle attività artigianali presenti sul territorio.
A questi si è aggiunto, nei giorni scorsi, il progetto “Open Data” cui partecipano gli studenti della 3° classe dell’indirizzo “Sistemi informativi aziendali”. Gli alunni collaboreranno con l’Amministrazione e i Servizi Informatici dell’Ente, e avranno come tutor la prof.ssa Di Maida e come riferenti interni il rag. Luigi Di Rocco, Sara Liguori e Lorenzo Costanzino. Finalità del progetto lo sviluppo di una piattaforma per la pubblicazione degli Open Data del Comune.
Il funzionario dei Servizi Informatici, Di Rocco, ha ringraziato la scuola per aver favorito un clima di assoluta collaborazione tra le parti, attraverso la fornitura di mezzi e di competenze utili a garantire una effettiva ed efficace attuazione delle finalità.
Infine, il Dirigente avv. Ferrante e l’Assessore Farrauto hanno espresso un plauso per queste iniziative che diventano, da un lato motivo di crescita per gli studenti e, dall’altro, sanciscono una politica di apertura dell’Ente alle nuove generazioni.

 

Link vai su